martedì, maggio 06, 2014

Cosmetici e tempo di crisi



Si chiama Lipstick Index ed un indice che rispecchia la tendenza ad acquistare cosmetici in momenti di crisi sia economica che morale.
Sembra una contraddizione in quanto, quando mancano i soldi o ci sentiamo giù, sembra strano dedicarsi all'acquisto di beni di tipo voluttuario come i cosmetici, oltretutto beni non sempre economicamente abbordabili.
Eppure, osservando le statistiche delle vendite è proprio così: se ne sono accorti quelli della Estée Lauder, dopo l'attentato alle Torri Gemelle nel settembre 2001 quando, nel periodo di incertezza economica e sociale che ne seguì, hanno visto aumentare significativamente il loro fatturato.
La psicologia umana è veramente complicata e in questi periodi si mette in moto chissà quale meccanismo per cui si cerca qualcosa di non esageratamente costoso (costa sicuramente di più un vestito o un paio di scarpe rispetto ad un cosmetico) per cercare di tirarsi su, per sentirsi belle anche nei momenti di difficoltà, per cercare di venire fuori.

Io non sono una che si trucca molto, anzi metto solo una riga di matita sugli occhi ma... non sarà per caso questo il motivo per cui ultimamente metto anche il rossetto?!?!?

sabato, maggio 03, 2014

Proviamo anche Flylady!!!


Non sono nata per fare la casalinga, ma la pulizia e l'ordine della casa non possono essere trascurati per troppo tempo.
Ho trovato in rete una community che promette bene: FlyLady.
Il sito ufficiale in inglese lo trovate qui: http://www.flylady.net/, ma esiste l'equivalente italiano qui http://flyladyitalia.weebly.com/.
Esiste anche il gruppo Yahoo! a cui ci si può iscrivere (bisogna avere un account Yahoo!) o c'è anche la pagina Facebook. Insomma in un modo o nell'altro, vi consiglio di seguire questi utili.

Essendo nuova sono una FlyBaby quindi dovrò cominciare con i primi step per le principianti.
Ce n'è uno per giorno, per un mese, ma non vengono inviati per posta elettronica (come avviene invece per le altre attività del gruppo Yahoo!). Queste sono descritte nel documento che può essere scaricato qui: http://flyladyitalia.weebly.com/bs_intro.html

Il primo passo consiste nella pulizia del lavello: mi cimento subito e speriamo in bene!!!

domenica, marzo 09, 2014

Carnevale 2014

Le foto del Carnevale 2014:
la mia piccola "rossa"!!!!


Il vestito l'avevamo recuperato ad un mercatino dell'usato l'anno scorso... quest'anno va ancora bene ma tira un po' quindi lo riporteremo al mercatino per continuare lo scambio. Complimenti a chi l'ha confezionato in quanto è molto curato, si vede che è fatto in casa e, appunto per questo, è più prezioso!!!
Chissà se qualcuno lo riconosce!!!

Il papy osa anche lui con la parrucca rossa:

Manca Giupy, ma lui non ama travestirsi e non ama particolarmente Carnevale se non per il fatto di farsi riempire di schiuma!!! Comunque non era con noi... non sia mai che un tredicenne festeggi il Carnevale con i genitori!!!

La mamma... ha scattato le foto!!!

giovedì, gennaio 23, 2014

Chiedo scusa



CHIEDO SCUSA a tutte quelle persone che hanno commentato i miei post da due anni a questa parte e per i quali io non ho speso una sola parola!!!!

CHIEDO SCUSA perché è imperdonabile che mi sia accorta di nuovi commenti (a proposito, qualcuno sa se si può impostare un alert per vedere i commenti nuovi?). solo ora a distanza di mesi.

CHIEDO SCUSA per aver effettivamente lasciato orfano il mio blog per tutto questo tempo, limitandomi solo al post di fine anno sui libri letti.

CHIEDO ANCHE SCUSA per non aver visitato i blog dei miei "vicini", delle persone che seguono questo blog e dei visitatori occasionali.

CHIEDO SCUSA e farò in modo di seguire di più questo mio piccolo spazio che sembra apprezzato anche da tutti voi.

lunedì, gennaio 20, 2014

Gioco: cosa mi piace/non mi piace fare



Ho un compito da svolgere: devo elencare tutte le cose che mi piace fare.
Un po' liberatorio, un po' introspettivo, il gioco dovrebbe aiutarmi a chiarirmi un po' le idee sulla mia vita.
Devo elencare tutto, anche le minime azioni, attività, hobbies, ecc.... e allora cominciamo!!!

MI PIACE....

  • ... leggere libri di self help, romanzi classici (vado matta per la Austen), fantasy e fantascienza
  • ... andare per librerie: ovviamente legato al primo punto, mi piacciono i libri, il loro odore, il tocco della carta di qualsiasi tipo (pregiata, riciclata, sbiancata, ecc.), come un assaggio di un piatto prelibato!!!
  • ... navigare in internet per cercare cose... sì sì avete capito bene, mi piace cercare di tutto, basta darmi un argomento e mi piace sviscerare documenti, video, audio... trovare quello che altri non trovano!!!!
  • ... insegnare: non sono un'insegnante anche se quando mi sono laureata (chimica industriale) ho girato parecchie scuole lasciando il mio curriculum (c'era già la possibilità delle scuole di reclutare supplenti senza passare dal Provveditorato). Purtroppo nessuno mi ha chiamato. Ma mi sarebbe tanto piaciuto avere a che fare con i ragazzi, mi piaceva dare ripetizioni, creare insieme ai miei studenti schemi riassuntivi, scoprire i loro talenti, il loro particolare modo di memorizzare le informazioni (c'è chi preferisce fare schemi, chi si ricorda le immagini, chi i suoni, ecc.); chissà se ci sarà mai l'occasione!!!!
  • ... lavorare a maglia, uncinetto, cucito: una piccola passione (non ho molta costanza) ereditata dalla nonna paterna e dalla mamma
  • ... riciclare oggetti da buttare, insieme ai bambini
  • ... aggiornare i miei blog con notizie sempre interessanti
  • ... pasticciare in cucina per preparare torte, focacce, pani secondo la dieta Mozzi che da qualche tempo tento di seguire
  • ... andare per musei, mostre, teatro, visitare ville, castelli, ecc. anche se devo prima vincere una certa pigrizia nel muovermi da casa: passata questa, mi diverto tantissimo!!!
  • ... piantare fiori e piante,anche se poi non ho la costanza nel seguirle!!
  • ... ascoltare musica, tutta la musica, ogni genere ha il suo momento per essere ascoltato

Ovviamente il gioco ha anche un rovescio della medaglia: elencare le cose che non mi piacciono.

NON MI PIACE...
  • ... fare i conti per calcolare le tasse: è un incubo ogni anno, ad aprile, il 730 che mi compilo da sola. Ogni anno c'è sempre qualcosa di diverso, ogni anno è una lotta a raccogliere informazioni sperando di non sbagliare!!!

E la lista non finisce qui, ci saranno aggiornamenti di questo post, appena mi vengono in mente altre attività da aggiungere

venerdì, gennaio 17, 2014

Le mie letture 2013

Eccoci  all'appuntamento con le mie letture, questa volta del 2013.
Per chi volesse vedere anche ciò che è stato letto negli anni scorsi vi indico i link relativi: 20102011, e 2012.
Come per l'anno scorso spero che questo post vi possa dare qualche spunto.
NB: il link del titolo vi porta alla pagina relativa su www.anobii.com.

    1. "Diario di scuola" di Daniel Pennac
      Un libro sulla scuola scritto da un ex somaro. Note dell'infanzia e note da adulto quando, diventato insegnante, si è trovato davanti studenti somari quanto lo era stato lui! Un libro che consiglio agli insegnanti e agli studenti per ritrovare un po' sé stessi e un po' dell'altro.
    2. "Cercasi scuola disperatamente" di Francesco Dell'OroAutore preparato e amante del suo lavoro, un formatore che tutti vorremmo avere per i nostri figli, ma il libro mi ha deluso un po' in quanto non dà un metodo per capire i talenti dei ragazzi, non dà test, che vengono considerati uno strumento inadeguato, ma neanche esercizi attivi, prove, giochini per cercare insieme ai ragazzi cosa sarebbe meglio per loro scegliere. Insomma volevo una guida, invece ho trovato un libro di ricordi dell'autore e una puntualizzazione sulle negatività della scuola... come se non lo sapessimo cosa c'è che non va. Se l'avessi saputo non l'avrei comprato! Pazienza!
    3. "Gli esami non finiscono mai" di Dominic O'Brien
      Trucchetti per ricordare le cose, consigli per lo studio ed il lavoro. Non male anche se non esauriente. Non vale la pena acquistarlo ma se lo trovate in libreria leggetelo, può essere utile.
    4. "Marcovaldo" di Italo Calvino
      Riletto insieme a mio figlio (che lo aveva per compito a scuola). Indimenticabile, straordinario, per riflettere sulla nostra società e su noi stessi, il tutto inserito in situazioni comiche e paradossali ma che non sono molto lontane dal nostro modo d'essere. Raccomandato.
    5. "L'arte della semplicità" di Dominique Loreau
      Bel libro che fa riscoprire la semplicità in tutte le sue forme
    6. "La meditazione in città" di Eugène Jaques
      Per chi vuole imparare qualche tecnica rilassante. Di poche pretese.
    7. "Il libro delle anime" Glenn Cooper
      Un giallo avvincente
    8. "Il libro del tè" Kakuzo OkakuraPensavo meglio. La prima parte parla della storia del the ma l'ho trovata abbastanza difficile, forse perchè dava per scontati alcuni concetti.Seconda parte più interessante ma non coinvolgente.
    9. "Meditazione, passione e salute" di Francesco Bottaccioli, Antonia Carosella
      Solo la prima metà del libro è interessante. Non lo consiglio comunque
    10. "Liberi dal panico" di Bianchi
      Qualche tecnica antipanico che può tornare utile
    11. "T18 - Una mamma racconta" di Roberta Benedini
      Il libro è bello, ben scritto, ma non parla della malattia della bimba, la T18 appunto, ma delle vicissitudini di una famiglia con un figlio affetto da tale malattia, delle difficoltà tutte italiane nel far valere i propri diritti e per ottenere un minimo di aiuto dalle istituzioni.
      Tutte cose che, per sfortuna già sapevo, visto che per altre ragioni ho avuto a che fare con la sanità italiana, ma che riferite ad una bambina fanno ancora più rabbrividire.
      Da leggere per meditare in quale società siamo inseriti.
    12. "Cambia la vita con la TCC" di Corinne Sweet
      La prima parte non è spiegata in modo chiaro: non ho capito la differenza tra Pensieri Negativi Automatici, Presupposti Non Funzionali e Convinzioni di Fondo.
      Per altre cose è discreto... qualche consiglio accettabile.
      In pratica, per tutto il libro si dice di tenere un diario dei propri pensieri e di valutarli nel tempo. Mi sembra un po' pochino.
      Da leggere ma non vale la pena di acquistare (come ho fatto io, sigh!), cercatelo in biblioteca.
    13. "I segreti di Nicholas Flamel, l'immortale - vol. 1 L'alchimista" di Michael ScottLa storia è carina, ma è un libro rimasto in sospeso, la storia attende il secondo volume (che non ho comprato). Per ragazzi.
    14. "Il denaro spiegato ai miei figli" di Alfio Bardolla
      Che dire... per 3/4 del libro non si parla di soldi ma solo di psicologia spicciola direi... per l'altro quarto ci sono le istruzioni per aiutare i ragazzi ad avviare un'attività imprenditoriale (mah)!!!
      Mi sarebbe piaciuto invece che il libro si fosse attenuto al titolo "Spiegare il denaro ai figli" che non vuol dire solo fare imprenditori, almeno non all'inizio, ma per esempio come gestire eventuali "paghette", quando cominciare ad elargirle, spiegare quale spazio deve avere il denaro nella vita.
      Le idee di imprenditoria che vengono citate vanno bene a bambini più grandicelli, almeno dopo i 10-12 anni (visto che si parla di permessi al comune o ai centri commerciali per allestire una bancarella!!), per i più piccoli ed i loro problemi finanziari (di solito gestione mance dei parenti e dei genitori) non si dice molto.
      Il libro stesso indica i bambini come i "futuri milionari". Per carità niente di male, ma non c'è solo questo e soprattutto è indicativo dell'idea degli autori a proposito: diventare delle macchine produci soldi.
      Piace anche a me essere ricca, produrre denaro oltre la sufficienza per avere una certa sicurezza, ma inculcarlo in modo così spinto nei ragazzi non mi sembra corretto.
      Leggetelo se volete, per farvi un'idea, ma non compratelo, prendetelo in prestito dalla biblioteca, per me non ne vale la pena.
    15. "Northanger Abbey" di Jane Austen
      La Austen non delude mai, anche se comunque questo romanzo non è all'altezza degli altri più famosi.
    16. "Come imparare a studiare" di Matteo Rampin
      Libretto veloce da leggere ma che da qualche spunto in più per lo studio.
      E' discorsivo e i periodi sono ben strutturati, semplici ed immediati, proprio il linquaggio che va bene per i giovani.
      Non ho dato 5 stelle perchè avrei voluto che ci fossero più consigli pratico ed esempi.
    17. "L'ombra del bastone" di Mauro Corona
    18. "Basta chiacchere. E' ora di agire" di Shàà Wasmund
      Simpatico, si legge velocemente, non aspettatevi niente di nuovo, ma le cose scritte sono esposte in modo simpatico, divertente e schematico. Pensieri che possono essere letti anche separatamente, in momenti di crisi.
    19. "Il gioco dell'angelo" di Carlos Ruiz Zafon
      Letto in pochi giorni, mi ha tenuto incollato fino alla fine... che però mi ha deluso un po'.
      Alla fine non si capisce il senso della storia... o almeno io non l'ho capito.
    20. "Lady Susan" di Jane AustenLe gattemorte e le rovinafamiglie raccontate dalla Austen!!
    21. "Il figlio del tempo" di Isaac Asimov
      Carino, coinvolgente.
    22. "The Element" di Ken Robinson con Lou Aronica.
      Lettura scorrevole, piacevole inframezzata da battute e freddure. Nell'ultima parte si parla della scuola, della sua struttura, dei suoi programmi, della sua standardizzazione.
      Molti, moltissimi esempi di vita di personaggi famosi che rincuorano genitori di figli turbolenti: hanno molte possibilità anche se non vanno bene a scuola!!!Bello devo dire, pensavo però che ci fossero più spunti pratici per la ricerca del proprio elemento.Comunque consiglio di leggerlo: è adatto sia agli insegnanti e a tutte le figure che lavorano nel campo dell'istruzione che ai genitori.
    23. "Chic low cost" di Sabrina Beretta
      Molti consigli scontati anche se fa sempre bene rispolverarli. Poche idee di riuso. Non vale i soldi dell'acquisto ma potrebbe valer la pena di leggerlo se ve lo fate prestare da qualcuno o lo prendete dalla biblioteca. Si legge in un giorno.
    24. "Vita" di Melania Mazzucco
      Carino, ma un po' pesantuccio. L'idea è buona, la storia di due ragazzi del meridione che arrivano in America agli inizi del secolo.
    25. "Chic low cost" di Sabrina Beretta
    26. "Persuasione" di Jane Austen
    27. "Luisito" di Susanna Tamaro
    28. "L'Alchimista" di Paulo Coelho
      La storia non è male... ma non mi ha avvinto. Il romanzo comunque lancia messaggi universali che fanno riflettere. 
    29. "Quaderno degli esercizi per liberarsi delle cose inutili" di Alice Le Guiffant
    30. "Gestisci il tuo tempo" di Lothar J. Seiwert
    31. "Pensa e arricchisci te stesso" di Napoleon Hill
    32. "La medicina sottosopra" di Giorgio Mambretti
    33. "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" di Mark Haddon
    34. "Steve Jobs, l'uomo che ha inventato il futuro" di W.L. Simon, Jay Elliot
    35. "I love shopping" di Sophie Kinsella (non lo consiglio!!)


    lunedì, dicembre 31, 2012

    Le mie letture 2012

    Eccoci di nuovo all'appuntamento con le mie letture del 2012.
    Per chi volesse vedere anche ciò che è stato letto negli anni scorsi vi indico i link relativi: 2010 e 2011.

    Come per l'anno scorso spero che questo post vi possa dare qualche spunto.

    NB: il link del titolo vi porta alla pagina relativa su www.anobii.com,


    • "Mangia, prega, ama" di Elizabeth Gilbert
      More about Mangia Prega Ama
      Mi è piaciuto molto, un libro diviso in tre parti che raccontano le tre fasi di una ricerca introspettiva della protagonista, passando dai piaceri materiali a quelli spirituali infine all'amore.
    • "Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo - Il ladro di fulmini" di Rick Riordan
      More about Il ladro di fulmini
      Amo il fantasy e su consiglio di mio figlio (che si è letto tutta la serie!!) ho cominciato a leggere il primo. Bello perché riprende la mitologia e la storia prende. Per gli amanti del genere è imperdibile.
    • "Eragon" di Christopher Paolini
      More about Eragon
      Periodo fantasy continuato con Eragon: bello il racconto anche se non all'altezza del Signore degli Anelli che (secondo me!) voleva imitare. Comunque avvincente. Il film che ne è stato tratto non ne rende merito.
    • "Cento regole per motivare te stesso" di Steve Chandler
      More about Cento regole per motivare te stesso. Come riconoscere le tue potenzialità e diventare finalmente la persona che potresti essere
      Il solito libro con un elenco di consigli, ma questo è stato utile. Consiglio di leggerlo perché si trovano molti spunti di riflessione.
    • "Breaking dawn" di Stephenie Meyers
      More about Breaking dawn
      Prima di vedere l'ultimo film ho voluto leggere il libro. I primi mi erano piaciuti (tra alti e bassi). Questo  non è male, conclude la saga nel migliore dei modi, tutti contenti!
    • "Manuale di organizzazione per gente disorganizzata" di Douglas C. Merrill
      More about Manuale di organizzazione per gente disorganizzata
      La scrittura è sciolta e leggera, si legge piacevolmente e velocemente, ma... Il titolo non è descrittivo del libro. Credo che l'autore, anche se non intenzionalmente, abbia parlato così tanto e tanto bene degli strumenti Google da perdere di vista l'argomento organizzazione in senso lato. Ho trovato il libro utile per capire come meglio usare Google Calendar, Google Mail ed altri strumenti Google ma niente altro di più. Mi è sembrata più un'operazione pubblicitaria di Google. Inoltre, riportare come esempio di organizzazione (o disorganizzazione) una vicenda personale molto molto pesante e triste non ha contribuito a migliorare il libro (alcuni esempi non li ho capiti o li ho trovati fuori luogo). Non vale i soldi dell'acquisto... se lo trovate in biblioteca forse allora varrebbe la pena di leggerlo.
    • "Mansfield Park" di Jane Austen
       
      More about Mansfield Park
      Il libro non è brutto ma dalla Austen mi aspettavo qualcosa di meglio. I film che ho visto prima di leggere il libro non hanno contribuito a farmi una opinione migliore del libro stesso e comunque non sono fedeli alla storia originale. La storia d'amore tra Fanny e suo cugino è stata liquidata nelle ultime due pagine... peccato... era quello che stavo aspettando di veder descritto con dovizia di particola
    • "La biblioteca dei morti" Glenn Cooper
       
      More about La biblioteca dei morti
      Mi è piaciuto molto, un giallo da leggere tutto d'un fiato. Il colpevole si scopre facilmente, ma la trama tiene legati al libro fino alla fine. Da leggere.
    • "L'arte delle liste" di Dominique Loreau
      More about L'arte delle liste
      Libretto di facile e veloce lettura. 
      Offre spunti per appunti pratici ma anche per riordinare le proprie idee sulla propria vita, fare un punto della situazione, un primo passo per una ricerca di sé. 
      Lo consiglio.
    • "Il diario di Bridget Jones" di Helen Fieldin
      More about Il diario di Bridget Jones
      L'ho letto per svago ma è la prima volta che trovo il film più bello del libro!!!
    • "Diario di scuola" di Daniel Pennac
      More about Diario di scuola
      Un libro sulla scuola scritto da un ex somaro. Note dell'infanzia e note da adulto quando, diventato insegnante, si è trovato davanti studenti somari quanto lo era stato lui! 
      Un libro che consiglio agli insegnanti e agli studenti per ritrovare un po' sé stessi e un po' dell'altro.

    - ho letto 15 libri
    - per un totale di circa 5300 pagine

    Vi invito a visitare la mia libreria su Anobii (sono iscritta come Hobbylory!).

    sabato, dicembre 01, 2012

    Idee per impacchettare

    Si avvicina il Natale e come ogni anno devo decidere come impacchetterò i regali. E' come un piccolo gioco che già da qualche anno mi appassiona: trovare un modo originale, economico, ecologico per abbellire i doni natalizi.
    Qualche anno fa avevo optato per la carta da pacchi e le decorazioni di pasta (sì, proprio quella da mangiare!) come potetete vedere qui.
    L'anno successivo avevo impacchettato con carta da giornale (quotidiani), con spago naturale e colorato, nastro di stoffa grezzo e rafia (la stessa utilizzata l'anno prima) ma non ho aggiunto nessuna decorazione di pasta (vedi qui).
    Quest'anno devo ancora decidere.
    Vorrei rimanere sulla carta da giornale, magari utilizzandola per fare dei bellissimi fiocchi come quelli che trovate qui e che vi mostro in questa foto:


    Cosa ne pensate?

    sabato, luglio 28, 2012

    30 modi per diventare più intelligenti

    da Focus n.233 di marzo 2012


    1. LASCIA VAGARE LA MENTE
    2. GIOCA CON I VIDEOGAM
    3. RIMANDA LE GRATIFICAZIONI
    4. DIVENTA ESPERTO DI QUALCOSA
    5. ESPRIMI LE TUE OPINIONI
    6. BEVI
    7. IMPARE IL TAEKWONDO (O ALTRA ATTIVITA')
    8. GUARDA AL JAZEERA (O ALTRA TV O GIORNALE CON OPINIONI DIVERSE DALLE TUE)
    9. SCARICA LE CONFERENZE DI  TED
    10. DORMI BENE
    11. CANCELLA IL SORRISO
    12. ASSISTI AD UN FESTIVAL LETTERARIO
    13. CEMENTIFICA I TUOI RICORDI
    14. USA LA TECNICA DEL POMODORO
    15. SPEGNI LO SMARTPHONE
    16. IMPARA UNA LINGUA
    17. SEGUI SU TWITTER QUALCUNO
    18. LAVORA A MAGLIA
    19. VISITA LE MOSTRE
    20. MANGIA CIOCCOLATA AMARA
    21. RICORDA AL MOMENTO GIUSTO
    22. FUGGI NELLA NATURA OGNI TANTO
    23. LEGGI SHAKESPEARE (O ALTRI CLASSICI)
    24. BEVI CAFFE'
    25. SEGUI DEI SUPER-CORSI SUL WEB
    26. GIOCA A SCARABEO
    27. SUONA UNO STRUMENTO
    28. DIMAGRISCI
    29. IMPARA CHE IL TUO CERVELLO HA DUE MODALITA' DI PENSIERO
    30. NON SCRIVERE SOLO AL COMPUTER, SCRIVI ANCHE A MANO

    mercoledì, aprile 25, 2012

    Io non voto

    Il brano che riporto di seguito è tratto da Facebook, alla pagina https://www.facebook.com/groups/333698790025311/


    "Pochi lo sanno ma la legge prevede la possibilità di rifiutarsi di votare e metterlo a verbale.
    Quando si va al seggio e dopo che le schede sono vidimate si dichiara che ci si rifiuta di votare e si vuole che sia messo a verbale.
    Le schede di rifiuto vengono CONTATE e sono VALIDE, contrariamente alle schede nulle o bianche o all’astensione dal voto.

    Nessun media (chiaramente) ne parla, sembra che i giochi della CASTA siano già fatti, come al solito la gente andrà a votare il “meno peggio”. Nel caso le schede di rifiuto arrivassero a un certo numero (cosa mai successa nelle elezioni italiane) la casta avrebbe “qualche problema” nell’assegnare i seggi vuoti e i media saranno obbligati a parlarne. Fate girare questa mail il piu’ possibile, e’ l’unica maniera per fare sentire la voce di tutti quelli che vogliono un sistema con persone veramente nuove e non un branco di professionisti della politica che rubano soldi parlando di niente.
    L’astensionismo passivo non fa percentuale di media votanti e riguardo alle elezioni legislative il nostro sistema di attribuzione non prevede nessun quorum di partecipazione. Quindi, se per assurdo nella consultazione elettorale votassero tre persone, ciò che uscirebbe dalle urne sarebbe considerata valida espressione della volontà popolare e si procederebbe quindi all’attribuzione dei seggi in base allo scrutinio di tre schede.
    Altresì le schede bianche e nulle, fanno si percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che ne attesti le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo da ripartire nel cosiddetto premio di maggioranza….(per assurdo sempre votando bianca o nulla se alle prossime elezioni vincesse Berlusconi / Veltroni le suddette schede andrebbero attribuite nel premio del PDL / PD).
    Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto al partito di maggioranza. E’ infatti facoltà dell’elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione; è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L’ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: ‘Nessuno degli schieramenti qui riportati mi rappresenta’)’.
    "


    Alle prossime elezioni, dato che sono una persona onesta e come tale non mi sento rappresentata da nessuno dei politici attualmente attivi, penso proprio che agirò in tal modo.


    Pensateci anche voi!!!

    Vi possono anche interessare...

    Related Posts with Thumbnails